Niente da fare. Non è stato l’azzurro il colore dominante di questa giornata in cui, a Flaine, si è disputata la specialità Sprint. Sul podio solamente lei, Katia Mascherona, che si è fatta valere con un terzo posto nella sua categoria (U23). La giornata è stata invece fruttuosa per la squadra elvetica: Marianne Fatton ha conquistato l’oro (categoria Senior) dopo un’accesa battaglia con la spagnola Ana Alonso, e anche la compagna di squadra Caroline Ulrich si è piazzata sul gradino più alto dell’Under 23. Anche al maschile bella impresa per lo svizzero Arno Lietha, che conquista l’argento dietro all’ispanico Oriol Cardona (Senior). Nell’U23 maschile, addirittura, podio 100% svizzero con Robin Bussard sul gradino più alto. Negli U20 hanno primeggiato Jules Raybaud (FRA) Ida Waldal (NOR), mentre tra gli U18 ad avere la meglio su tutti sono stati gli spagnoli: al maschile Pujol Parramon Julia e al femminile Laia Sellés Sánchez.

Scorrendo le prime 10 posizioni di ogni classifica troviamo uno sfortunato Nicolò Canclini, in sesta posizione per via di un problema tecnico durante la gara; Tomasoni Luca in decima; Giulia Compagnoni al nono posto, bene Melissa Bertolina medaglia di legno, bene anche Hermann Debertolis e Erik Canovi quarto e quinto nella loro categoria così come Enrico Pellegrini e Luca Curioni. Quinto posto per Clizia Vallet, nona Giulia Compagnoni e quinta piazza per Lisa Moreschini.

Ph.ISMF