Arrampicata: quella cinese è l’occasione per gli azzurri per conquistarsi un posto alle Olimpiadi di Parigi. Si sono disputate stanotte le qualifiche Lead per la Combinata delle Olympic Qualifier Series. I risultati della competizione odierna si sommano con quelli delle qualifiche Boulder e determinano la top 20 per genere che accede alla semifinale.

 Nel comparto femminile la nostra punta di diamante di specialità, Laura Rogora, non delude le aspettative e con una gara di grande tecnica e concentrazione conquista il 2° posto con 64+. Davanti a lei solo la coreana Jain Kim. Grazie a questa prestazione e al piazzamento nella qualifica Boulder totalizza 119 punti che le regalano l’8° posto in classifica di Combinata.

La campionessa italiana di Boulder, Camilla Moroni, che ieri aveva entusiasmato tutti col suo terzo posto in qualifica Boulder, realizza una buona gara, arrivando al movimento 32+. Si piazza quindi al 15° posto e totalizza 135.7 punti che la portano al 5° posto in classifica generale.

Nella compagine maschile prestazione davvero eccellente per Stefano Ghisolfi che raggiunge il movimento 42+ e conquista il 2° posto in classifica, dietro solo all’olimpionico Gines Lopéz (che domina anche nel ranking generale). Sommando i punteggi delle due qualifiche si piazza al 10° posto con 115.3 punti. Ma è Filip Schenk a tenerci più di tutti col fiato sospeso: con 38+ si posiziona al 10° posto in qualifica Lead, al pari con altri 8 atleti. Il punteggio di questo buon piazzamento, sommato a quello della qualifica Boulder, gli attribuisce 94.5 punti, che lo portano al 19° posto in classifica di combinata, rientrando quindi fra i 20 semifinalisti.

Possiamo contare quindi su 4 azzurri in semifinale, che tenteranno con tutte le loro forza di terminare fra i primi 8, per poter accedere alla finale. Ricordiamo infatti che il ranking che decreterà i qualificati per le Olimpiadi verrà stabilito sommando i punteggi ottenuti nella competizione di Shanghai e nella competizione di Budapest, che si svolgerà dal 20 al 23 giugno. È quindi indispensabile puntare al migliore piazzamento possibile, per guardare alla prossima competizione con una maggiore serenità e lucidità.

 Nelle qualifiche Speed, da poco concluse, le due teste di serie della velocità femminile approdano alla finale, non senza qualche brivido: Giulia Randi infatti vi accede in 16° posizione, col tempo di 7.22″ realizzato nella prima run, mentre nella seconda cade. Beatrice Colli fa un errore nella prima run e recupera nella seconda col tempo di 7.16″, piazzandosi in 12° posizione. Negli ottavi di finale alle nostre ragazze toccherà lo scontro con le sorelle d’oro della velocità polacca: Giulia dovrà affrontare Aleksandra Kalucka, prima classificata, e Beatrice sfiderà Natalia, 5° classificata.

Purtroppo cattive notizie sul fronte maschile: nessuno dei nostri velocisti approda alla finale. Ludovico Fossali commette un errore nella prima run e nella seconda realizza il tempo di 5.43″ che non è sufficiente ad entrare nella top16. Termina al 20° posto. Lo stesso tempo anche per Gian Luca Zodda, che termina in 19° posizione. Alessandro Boulos col tempo di 5.59″ termina al 28° posto.