Se nella distanza più impegnativa a trionfare sono stati Pedretti e Oregioni, la Esino Sprint Race è andata invece a Paolo Poli e a Martina Parenti. Organizzazione impeccabile, clima ideale per correre e un terzo tempo coi fiocchi sono stati gli ingredienti di una decima edizione di successo

Circa 160 gli atleti che, nella mattinata di domenica, hanno fatto girare le gambe sui sentieri delle montagne che fanno da corona al piccolo e grazioso paesino di Esino Lario. Una edizione celebrativa e senza “sbavature”, curata nel minimo dettaglio dai volontari che fanno capo all’organizzazione, che non hanno lasciato proprio nulla al caso: dal pacco gara firmato Crazy al terzo tempo con musica e birra per tutti, ma soprattutto regalando ai partecipanti un tracciato bello e panoramico per entrambe le distanze, balisato perfettamente e soprattutto super presidiato sia da Soccorso Alpino che dai volontari dislocati nei punti strategici. Tifo da stadio e festeggiamenti per tutti, con premi speciali non solo per i primi ma anche per gli ultimi arrivati (uomo e donna) di ogni distanza.

“È la gara di casa, quella che promuove i luoghi e le montagne che abbiamo nel cuore. Molti di noi qua ci sono nati, altri hanno scelto di viverci. Esino Lario è un paesino di montagna a una ventina di minuti dalla turistica Varenna… Un po’ fuori mano, se vogliamo, ma dalla bellezza davvero indescrivibile. Esino Skyrace nasce proprio per far conoscere il più possibile questo territorio e valorizzarlo. Sappiamo che non è per niente facile convincere gli atleti a venire fin quassù… per questo ogni anno, e in particolar modo quest’anno, ci impegniamo perché l’organizzazione sia ineccepibile e perché tutti vadano via felici. La bellezza dei luoghi, d’altra parte, gioca a nostro favore” – le parole di Roberto Dell’Era del Comitato Organizzatore.

Nella gara regina, da 27 km e 2000 metri dislivello positivo, gli atleti che hanno occupato il podio hanno fatto gara in solitaria, al maschile così come al femminile. Lo dimostrano i tempi di arrivo, a partire dallo stupendo crono di 2:53:50 di Giuseppe Pedretti che, in forma a dir poco strepitosa, si è piazzato davanti all’azzurro Luca Arrigoni, in queste settimane rallentato da un piccolo stiramento muscolare. Terzo posto per Jacopo Perico e, a seguire, Ivan panzeri e Pietro Oregioni. Al femminile Arianna Oregioni ha fatto il vuoto, distanziando di ben 10 minuti all’arrivo Rita Cattaneo. Sempre a una decina di minuti di distanza Martina Gioco e, a seguire, Tatiana Bertera e la local, amatissima, Patrizia Pensa.

Nella Sprint Race il più veloce è stato Paolo Poli (1:25:17), che è riuscito a tenersi alle spalle un pur agguerrito Alex Scalzi, che chiude in 1:26:46. Terzo posto per Giulio Mascheri, seguito da Oliviero Vitali e Andrea Giussani. Tra le donne bella prestazione di Martina Parenti (1:51:42) che si piazza davanti a Ivonne Buzzoni (1:57:07) e a Laura Acquistapace (1:57:48). A completare il podio ci hanno pensato Aurora Riva e Ombretta Riboldi.

Classifica Esino Skyrace 27 km 2000 D+ uomini/donne (primi 5 classificati)

Giuseppe Pedretti (2:53:50) NEW ATHLETICS SULZANO

Luca Arrigoni (3:00:17) ASD Pegarun

Jacopo Perico (3:13:12) G.P: Santi Nuova Olonio

Ivan Panzeri (3:18:37) Polisp. Moving

Pietro Oregioni (3:24:21) Amici Madonna neve Lagunc

Arianna Oregioni (3:49:25) G.P: Santi Nuova Olonio

Rita Cattaneo (3:59:40) ASD Pegarun

Martina Gioco (4:09:50) Runners Valbossa

Tatiana Bertera (4:29:00) Fly Up Sport

Patrizia Pensa (4:32:55) Team Pasturo

Classifica Esino Sprint Race 19 km 900 D+ uomini/donne (primi 5 classificati)

Paolo Poli (1:25:17) Pegarun ASD

Alex Scalzi (1:26:46) OSA Valmadrea

Giulio Mascheri (1:30:23) Atletica Lecco

Oliviero Vitali (1:35:01)

Andrea Giussani (1:39:15) GSA Cometa

Martina Parenti (1:51:42) ASD Falchi Lecco

Ivonne Buzzoni (1:57:07) Recastello Radici Group

Laura Acquistapace (1:57:48) CSC Cortenova

Aurora Riva (1:57:59) Sky Lario Runners ASD

Ombretta Riboldi (1:59:37) Daini Carate

Photo credits Alberto Locatelli