baby skyrace, Giuditta Turini

Iscrizioni online aperte dal 15 dicembre. Si correrà il 18 maggio 2024 nel ricordo di Jean Pellissier. Terza edizione per questo evento, che continua il suo percorso di crescita e diventa di anno in anno sempre più internazionale. Il Vertical che parte da Châtillon e arriva in vetta allo Zerbion, dopo 9,5 chilometri e un dislivello positivo di 2.200 metri, entra a far parte del prestigioso circuito VK Open Championships che include nove gare in otto Paesi. In mezzo a Brasile, Portogallo, Spagna, Andorra, Bulgaria, Austria e Colombia, ha così trovato spazio anche la gara di Châtillon, unica italiana e considerata già la più dura dell’intero calendario. Solo al Monte Zerbion Vertical verrà assegnato un punteggio maggiorato del 20%.

 Confermata la MZS22 (prevista una lieve modifica del percorso), skyrace di 22 chilometri tra salita e discesa inserita sempre nel circuito Crazy Skyrunning Italy Cup; confermata anche la MZS18, skyrace su una distanza inferiore, di circa 18 chilometri, prova del calendario Fisky. Novità invece per il Vertical di 5,5 chilometri che dal prossimo anno sarà aperto ai concorrenti di qualunque età, oltre a restare prova per gli atleti con disabilità e tappa di Coppa Italia Giovani.

Sarà un’edizione molto particolare la prossima, nel ricordo di Jean Pellissier, uno dei tre testimonial insieme a Dennis Brunod e Bruno Brunod che ha dato vita a questo progetto e che è morto a fine ottobre. Verrà messo in palio un trofeo a lui dedicato, che si affiancherà al memorial Victor Vicquéry.