L’alto livello degli atleti in gara ha stimolato i vincitori a dare il meglio. Terza tappa del circuito Crazy Vertical Italy Cup, la gara di Talamona (SO) ha anche incoronato i nuovi Campioni Italiani di Doppio Vertical.  Una prima volta di tutto rispetto. Le interviste agli atleti e all’organizzazione

Una gara dal profumo internazionale la quinta edizione della K2 Valtellina Extreme Vertical Race, che si è svolta sabato 24 con partenza da Talamona in Valtellina e arrivo a Cima Pisello. Terreno di gioco per gli specialisti delle only Up, in gara i detentori dei migliori crono su questo percorso (Michele Boscacci al maschile e Camilla Magliano al femminile) oltre ad alcuni outsider di altissimo profilo, come la pluri Campionessa Mondiale di Vertical Andrea Mayer che si è portata a casa l’oro e un 14simo posto assoluto con il tempo stratosferico di 1h24’46”. Alle sue spalle Camilla Magliano, che oltre a migliorare di un minuto circa il suo precedente record, si è portata a casa il titolo tricolore.

Tra gli uomini Marcello Ugazio (Sport Project VCO) davanti a Alex Oberbacher (SKYRUNNING ADVENTURE), anche se il record di percorso rimane al forte scialpinista Michele Boscacci. Ma Marcello punta anche a siglare il minor tempo e ha già assicurato che potrebbe riprovarci il prossimo anno.

“Ringrazio Andrea Mazzoni per avermi invitato a questa gara ben organizzata e super corribile. Per me è stata la conferma che sto davvero bene. Ho battagliato nei primi mille metri con Michele Boscacci poi, soprattutto nei tratti da correre, sono riuscito ad allungare. Peccato per il record, ci riproverò il prossimo anno!”. (Marcello Ugazio)

“Una gara poco combattuta, in quanto sono partita in seconda posizione e l’ho mantenuta. Un argento femminile assoluto che tuttavia mi è valso il titolo FISky. Arrivo da un periodo di fermo e questa gara è stata molto importante per verificare il mio attuale stato di forma. Oltretutto ho anche abbassato il mio record di tracciato dello scorso anno di un minuto circa”. (Camilla Magliano, Dinamo Team)

“La K2 è nata quasi per gioco da un gruppo di amici con una grande passione per questa disciplina e avere ora un evento internazionale è per noi motivo di commozione e orgoglio. Il successo di quest’anno e l’intesa con la Federazione Italiana Skyrunning ci spinge a pensare in grande anche per la prossima edizione”. (Andrea Mazzoni, K2 Vertical)

“Siamo davvero felici di aver scelto di affidare il Campionato Italiano di Doppio Vertical a Mazzoni e ai suoi numerosi collaboratori. Un evento di alto livello, organizzato in maniera impeccabile, su cui la federazione Italiana Skyrunning punterà anche negli anni futuri in quanto perfettamente in linea con gli obiettivi di promozione della disciplina e con il livello che dobbiamo tenere. Camilla Magliano e Corinna Gherardi hanno usato questa gara come banco di prova in vista degli Europei e possono ritenersi soddisfatte dello stato di forma raggiunto. In campo maschile faccio i miei complimenti a Marcello Ugazio, che sta preparando un nuovo record al Monte Bianco e che dimostra con questo doppio chilometro verticale di essere davvero in forma. Ritengo sia un atleta che ha ancora tanto da dire e da dimostrare”. (Roberto Mattioli, FISky)

Podio maschile Campionato Italiano Doppio Vertical FISky

1.Marcello Ugazio (Sport Project VCO)

2. Alex Oberbacher (SKYRUNNING ADVENTURE)

3. Michele Boscacci (K2 Valtellina)

Podio femminile Campionato Italiano Doppio Vertical FISky

1.Camilla Magliano (Dinamo Team)

2.Corinna Gherardi (SKYRUNNING ADVENTURE)

3.Chiara Giovando (ASD Pegarun)

Ph. M.Torri