Grandissimo successo per il Trail del Centenario by Lovato Electric con oltre 500 atleti al via sulle due distanze. La festa continua anche domani (domenica 11 giugno) con la camminata non competitiva e la prova only up di William Boffelli e Giulia Saggin

In una Foppolo tutta colorata di “arancione Lovato” e in una giornata dal clima ideale per correre senza soffrire il caldo, sono stati più di 500 gli atleti che alle 10 del mattino si sono messi alla prova sui sentieri tecnici e panoramici del Trail del Centenario. L’evento, che doveva essere one shot in quanto ideato lo scorso anno per festeggiare i 100 anni dell’azienda bergamasca, si è trasformato in un appuntamento dell’alta Valle Brembana, capace di attirare atleti da tutta la provincia e non solo.

Spettacolare la partenza unica e il lunghissimo serpentone di atleti che dal piazzale degli Alberghi, ai piedi della pista da sci Quarta Baita, saliva lungo la stessa. Alle loro spalle l’arco e gli striscioni arancioni Lovato, organizzatrice della manifestazione insieme a Fly-Up Sport, la musica e la voce dello speaker. Ma la testa è già lassù, in cima alla prima salita o anche oltre, gli occhi puntati sulle asperità del terreno piuttosto che sull’avversario da raggiungere.

Zanga e Lamberti trionfano sulla 23k – Poco da fare, Giulia Lamberti de La Recastello Radici Group è riuscita ad avere la meglio anche sulla Saggin (team Scott) arrivata con il tempo di 02:36:51 contro il 02:35:39 della vincitrice. La Lamberti, una vera macchina da guerra specialmente sui tratti in salita, è stata in testa per quasi tutta la gara ed è stata avvicinata dalla Saggin solamente nel tratto finale, laddove per avere la meglio bisogna far girare le gambe, accorciando il gap temporale fino a circa un minuto. Completa il podio Viviana Marri (Ocr Wild Arena Team), seguita da Tatiana Bertera (Carvico Skyrunning) e Lidia Arcangeli (Gap Scanzo). Al maschile se la sono giocata il Pegarun Marco Zanga e Matteo Pandiani (GS Orobie). I due hanno battagliato per tutta la gara. Ad un certo punto Marco Zanga, colto da un attacco di crampi, è stato superato da Pandiani. Zanga però voleva la vittoria e “a suon di pugni” sui quadricipiti ha messo il turbo recuperandolo a poche decine di metri dall’arrivo. Per la serie, i veri campioni non mollano mai! I due hanno tagliato il traguardo a soli venti secondi l’uno dall’altro (02:14:19 per Zanga e 02:14:39 per Pandiani). Medaglia di bronzo per Luca Carrara (team Salomon) che chiude in 02:16:43. Quarto e quinto posto per Mauro Rota e Angelo Nespoli (G.S. Orobie). La gara (23k per 1300 metri di dislivello positivo) è una cavalcata tra la Val Brembana e la vicina provincia di Sondrio, e si volge su un percorso tecnico e nervoso, con tratti corribili che si alternano ad altri decisamente tecnici, salite impegnative e discese dove è bene non “staccare mai la testa”.

Helene Papetti replica sulla 12k – Per il secondo anno consecutivo è stata Helene Papetti (Pegarun ASD) a dettare il ritmo e a imporsi nel short trail da 12 chilometri. Ha trionfato con il tempo di 01:22:13, mettendosi alle spalle Angela Serena (Atletica Montichiari) e Silvia Zanchi. Al maschile il miglior tempo è stato quello di Luca Curti (Alta Valle Brembana – 01:01:57), seguito dai compagni di squadra Pietro Foppolo (01:06:40) e Michele Micheli (01:06:49).

I Gaaren #beahero vincono i mille euro del Premio Dario Consoli – La Lovato Electric in collaborazione con Banca Mediolanum, per incentivare i grandi gruppi ad iscriversi, ha messo in palio un premio del valore di mille euro in buoni da spendere presso Elleerre Easy Flag alla memoria di Dario Consoli (collaboratore della Banca e atleta della Runner’s Bergamo venuto a mancare improvvisamente nel 2018), che è stato vinto dal team rosa fluo dei Gaaren con 81 partecipanti. Una lotta “all’ultimo iscritto” con i Runners Bergamo, che hanno portato in gara 79 atleti.

Il programma di domenica 11 giugno – Per la giornata di domenica è in programma una camminata non competitiva aperta a tutti e un imperdibile corsa Only Up in cui i campioni William Boffelli e Giulia Saggin sfideranno se stessi in un prova di velocità con partenza dal Piazzale Alberghi di Foppolo (1.620m) e arrivo sulla cima del Corno Stella (2.620m). Un evento su invito che permetterà di fissare il tempo da battere per chi, nelle prossime edizioni, deciderà di cogliere il guanto di sfida.

Vai alla cartella stampa per le foto e per scaricare le classifiche!

Foto credits: DR Fotografia