Saranno 100 gli atleti che, sabato 22 gennaio, parteciperanno alla Paradiso SkySnow, gara di inaugurazione del circuito CRAZY SkySnow Italy Cup, organizzato dalla Federazione Italiana Skyrunning. Non solamente passione e voglia di correre su per il tracciato che, in questo caso, si snoda lungo la pista Paradiso, ma anche organizzazione a attenzione per la sicurezza. Sono questi gli ingredienti di tutto il circuito: sei competizioni, tutte sulla neve, che toccheranno diverse province del nord Italia. Fanno parte del circuito la SkySnow Schia Monte Caio, la Gressoney Weissrunner (valida per i titoli italiani assoluti di specialità SkySnow Classic), la SkySnow Eagle Race, la Cervinia Snow Run e la Skynow Sella Nevea (nella quale si disputeranno gli italiani assoluti di specialità SkySnow Vertical), che si terrà il 2 aprile e che concluderà l’intero circuito. Per gli appassionati di corsa con i ramponcini, però, non è finita perché, tra i vari appuntamenti, anche i primi Campionati Mondiali di disciplina che si terranno a Sierra Nevada, in Spagna, il primo fine settimana di febbraio.

Le sei competizioni di SkySnow, lo ricordiamo, si affiancano agli altri due circuiti che la FISky inaugura per questo ricco e intenso 2022: il CRAZY Vertical Italy Cup 2022 (cinque gare) e il CRAZY Skyrunning Italy Cup 2022 (10 gare in totale).

Le iscrizioni alla Paradiso SkySnow sono ancora aperte e lo rimarranno fino al giorno che precede la gara (o al raggiungimento del numero massimo di 100 partecipanti). Il percorso è per certi versi simile a quello di una vertical, breve e intenso, con la differenza che si corre su terreno innevato. Uno sprint di 4,5 chilometri per un dislivello positivo di 970 metri, da fare tutti in un fiato nel minor tempo possibile. I vincitori (primo uomo e prima donna) saranno premiati con la somma di euro 150 a testa; 100 e 50 euro, rispettivamente, per gli atleti e le atlete classificate al secondo e al terzo posto. I riconoscimenti contribuiscono a un montepremi totale che raggiunge i 3.000 euro per l’intero circuito (2.000 l’ammontare totale messo in palio per la CRAZY Vertical; 4.000 quello per la CRAZY Skyrunning). Tra i 100 atleti al via anche Luca Compagnoni, Lorenzo Rota Martir e  Fabiola Conti, che parteciperanno anche ai Mondiali SkySnow  che si terranno a  Sierra  Nevada (Spagna)  il  4 e 5 febbraio. In Spagna troveremo anche la new entry della Nazionale Italiana Ahmed El Mazoury, che si è guadagnato la maglia azzurra dando prova di “avere stoffa” vincendo l’ultima gara della Coppa Italia Skyrunning 2021 a Bellagio.

Grande attenzione anche per la sicurezza degli atleti. Nel rispetto delle normative legate all’emergenza, per partecipare alla gara è necessario esibire il green pass rafforzato al momento dell’accredito presso la biglietteria di Ponte di Legno. Inoltre, il Comitato Organizzatore si impegna a valutare le condizioni atmosferiche riservandosi, nel caso, la possibilità di rinviare la gara o modificarne il percorso. Come precisato dal regolamento, inoltre, ai partecipanti è richiesta un’attrezzatura adeguata che prevede una maglia termica e una giacca impermeabile (entrambe a maniche lunghe), pantaloni termici lunghi alla caviglia, guanti, copricapo o bandana, luce frontale, coperta isotermica e un telefono cellulare acceso con batteria sufficiente.

Articolo precedenteTorna a febbraio La Grande Corsa Bianca
Articolo successivoUTLAC250, il giro attorno al Lago di Como