La Val di Scale arriva in Regione Lombardia grazie a MUST – Memorial Ultra Scalve Trail. La gara, inizialmente programmata a giugno e poi rimandata il 20 luglio per via della grande quantità di neve in quota, valorizza le montagne e i sentieri della Val di Scalve. La conferenza stampa di presentazione delle due distanze in programma si è tenuta il 14 giugno alle 17.30 ed è stata seguita da un momento di aperitivo. 

La gara della Val di Scalve, alla sua seconda edizione, approda in Regione Lombardia. La conferenza stampa di presentazione delle due distanze in programma, di cui la distanza più lunga (47 km e 3600 metri di dislivello positivo) si fregia quest’anno del titolo di prova unica di Campionato Italiano per la specialità Ultra Skymarathon, si è tenuta il 14 maggio alle 17.30 ed è stata seguita da un momento di aperitivo.

Al banco dei relatori hanno preso parola il l’Assessore Regionale Paolo Franco, Mario Poletti (a capo di Fly Up Sport), il Sindaco di Colere Gabriele Bettineschi, il vice Sindaco di Colere Leandro Belingheri.

“È stato un onore poter portare il saluto di Regione Lombardia alla conferenza stampa di presentazione della Must (Memorial Ultra Scalve Trail) che si terrà il prossimo 20 luglio 2024. La tempra della gente della Val di Scalve, la determinazione di persone come Mario Poletti e della Fly Up e il pragmatismo di istituzioni che credono nel rilancio turistico di questo territorio hanno creato un mix esplosivo che ha reso possibile tutto ciò. Questi luoghi, oltre ad essere attrattivi da un punto di vista turistico, rappresentano anche luoghi della memoria per il disastro della ‘Diga del Gleno’. Credere in eventi come questi significa aver voglia di lavorare e di collaborare per fare in modo che il lume della memoria non si spenga mai nel segno della migliore degli insegnamenti degli abitanti della Val di Scalve che hanno la forza di ricordare il passato unita alla volontà di andare avanti onorando quanto è stato!” (Paolo Franco, Assessore Regionale)

“Come Fly Up abbiamo accolto la sfida di organizzare la prima edizione attratti dal senso profondo di commemorare una tragedia storica e per contribuire a tenere viva la memoria. Il grande successo del 2023 non poteva che continuare per essere un appuntamento fisso, volto alla tradizione e promozione dello sport e del territorio per far conoscere le splendide montagne della Val di SCALVE’’ (Mario Poletti, Fly-Up Sport)

Questa competizione sportiva rientra a far parte a pieno titolo di eventi pensati e creati per ricordare e far conoscere i tragici avvenimenti accaduti il primo dicembre del 1923, quando lo sbarramento della diga del Gleno crollò portando distruzione e morte in Valle di Scalve e in Valle Camonica (la M di MUST sta per Memorial). Infatti, il punto chiave del tracciato di gara è rappresentato proprio dalle rovine della diga del Gleno. Questa manifestazione, però al contempo è sicuramente veicolo di promozione turistica del magnifico territorio quale è la Valle di Scalve, a molti ancora sconosciuta. Quindi lo sport diventa e si propone quale anello di congiunzione tra storia e territorio. Come presidente della Comunità Montana di Scalve e scalvino, auspico vivamente che questa manifestazione possa diventare un appuntamento fisso nel calendario nazionale, e perché no, internazionale della corsa in montagna per gli anni a venire e possa crescere sempre di più sia come quantità di partecipanti sia soprattutto come qualità degli stessi, innalzandone il livello agonistico. Vorrei ringraziare innanzitutto Regione Lombardia per il supporto e per la possibilità di presentare ai media la gara nella sua prestigiosa sede. Infine un ringraziamento particolare va all’ideatore della gara Leandro Belingheri a e Mario Poletti di Fly Up per essere riuscito a mettere a “terra” questa fantastica idea. Bettineschi Gabriele (sindaco di Colere e presidente della Comunità Montana di Scalve)

“Correva l’anno 2014. Ero alla GTO da 70km, Carona-Bergamo, ad accompagnare mio figlio, atleta ultratrailer. È lì che è nata la MUST. O quanto meno l’idea di farla. Passa qualche anno e la convinzione che la nostra Valle abbia tutte le carte in regola per accogliere una competizione di livello è sempre più forte in me. Arriva così il gennaio 2022. Chiedo un incontro a Mario Poletti. Gli presento la mia idea ma Mario mi dice “No! Non se ne parla. Sono già troppo impegnato”. Non demordo e gli ricordo che il 2023 coincide con l’anniversario della tragedia della Diga del Gleno. In un attimo, il primo no di Mario si trasforma in un si convinto e nasce la MUST MEMORIAL ULTRA SCALVE TRAIL. La prima edizione, che ha preso vita su due distanze (47K e 23K) è stata, non solo a detta nostra, straordinaria: per la partecipazione numerosa degli atleti ma anche per l’entusiasmo e il coinvolgimento di tutta la valle. Oggi siamo, qui in Regione Lombardia, per promuovere la MUST2024, che è stata ufficialmente fissata per il 20 luglio (inizialmente prevista per il 22 Giugno) per via della neve che copre ancora alcuni dei tratti più alti del percorso. Il mio ringraziamento va alla Sottosegretaria Sport e Giovani Lara Magoni. La ringrazio per la possibilità offerta di promuovere questo nostro evento e far così conoscere la nostra Valle di Scalve. Concludo ringraziando le Istituzioni locali, Provinciali e Regionali, FLY-UP di Mario e Gianina, le aziende sponsor, i tanti volontari e tutti gli atleti che hanno dato e daranno visibilità e lustro alla nostra gara. Buona Must 2024 a tutti.” (Leandro Belingheri, vice Sindaco di Colere)

Dal pubblico l’intervento di Marco Astori, coordinatore dei Soccorsi durante la gara, che ha voluto sottolineare quanto MUST ponga l’accento sugli aspetti relativi alla sicurezza. “In Val di Scalve ho un pezzo di cuore e per questo sono davvero felice di contribuire alla realizzazione di questa gara. Ci tengo a ringraziare Mario e la sua Fly Up per l’attenzione che mettono non solo nell’organizzazione e nell’accoglienza degli atleti, ma anche, cosa che non è da tutti, alla sicurezza durante l’evento. Sicurezza per gli atleti in gara, soprattutto, ma anche per tutti coloro che si trovano sul percorso nei punti ristoro o semplicemente per vedere il passaggio dei runner. Il dispiegamento di uomini e tecnici del soccorso lungo il tracciato sgravia il Servizio Sanitario Nazionale di un carico di lavoro aggiuntivo”.

Di seguito anche il commento dello sponsor tecnico della manifestazione, SCOTT.

“SCOTT sarà lo sponsor tecnico della Must Ultra Trail, l’evento di trail running che quest’anno sarà prova unica unica del Campionato Italiano Ultra skymarathon. Questa sponsorizzazione riflette l’impegno di SCOTT nel sostenere e promuovere il trail running e le attività all’aperto. Il Must Ultra Trail, noto per i suoi percorsi impegnativi e i paesaggi mozzafiato, attira trail runner da tutto il Nord Italia. La collaborazione di SCOTT con MUST non solo migliora la visibilità del marchio, ma contribuisce anche allo sviluppo della comunità del trail running che è sempre alla ricerca di attrezzatura di alta qualità. Nell’attesa di conoscere il nuovo campione italiano auguriamo a tutti di trascorrere una bella giornata sui sentieri della Must”. (Donatella Suardi, Direttore Generale Scott Italia)

LA GARA IN PILLOLE

-La gara della Val di Scalve, nata lo scorso anno per volere della Comunità Montana e dalla Pro Loco Colere insieme ai comuni di Colere, Azzone, Schilpario e Vilminore di Scalve con il supporto della Fly Up Sport di Mario Poletti, è nel 2024 prova unica FISky di Campionato Italiano per la specialità Ultra Skymarathon.

-Due distanze:

47 km e 3600 m D+ (prova di Campionato Italiano Ultraskymarathon FISky)

24 km e 1100 m D+

-Lo scorso anno, a vincere la prova più lunga e impegnativa, sono stati gli azzurri (nazionale FISky) Luca Arrigoni e Giulia Saggin, che sono stati invitati anche quest’anno per difendere il titolo. La gara corta è stata invece vinta dall’azzurro della corsa su strade nelle medie distanze Ahmed El Mazouri e dalla local e campionessa di sci di fondo Lucia Isonni.

-Con partenza rispettivamente da Dezzo di Scalve (la 47 km) e da Schilpario (la 23 km), entrambe hanno traguardo unico a Colere. Alcuni dei punti iconici da cui transiteranno gli atleti ci saranno i centri di Dezzo e Bueggio, i più colpiti dalla tragedia, oltre ai resti della diga e il Santuario della Madonnina di Colere, distrutto dalle acque ma prontamente riedificato dagli abitanti. La gara regina, inoltre, toccherà Azzone (con la frazione di Dezzo di Scalve), Schilpario e il rifugio Tagliaferri, il Passo Belviso, la Diga del Gleno, Bueggio, Teveno, Polzone e rifugio Albani.

PROGRAMMA

VENERDÌ 19 LUGLIO

COLERE – Memorial Ultra Scalve Trail EXPO (PIAZZA RISORGIMENTO)

dalle 14:00 alle 21:00 ritiro pettorale/pacco gara e controllo materiale obbligatorio

SABATO 20 LUGLIO

DEZZO DI SCALVE (PARTENZA) – SANTUARIO DELLA MADONNINA, STRADA PROVINCIALE 294, COLERE

dalle 05:45 alle 06:30 ritiro pettorale/pacco gara e controllo materiale obbligatorio

ore 06:00/06:30 deposito borse/saranno trasportate a Colere

ore 06:45 partenza della gara

ore 10:15 chiusura primo cancello orario a Schilpario dopo 15 km di gara e 3h e 30 minuti dalla partenza (gli atleti esclusi saranno trasportati all’arrivo di Colere)

ore 15:45 chiusura secondo cancello orario a Teveno, dopo 38 km di gara e 9h dalla partenza (gli atleti esclusi saranno trasportati all’arrivo di Colere)

COLERE (ARRIVO) PIAZZA RISORGIMENTO

ore 10:30 apertura MUST EXPO;

ore 11:30 circa arrivo primi concorrenti gara CORTO

dalle 12:30 alle 21:00 PASTA PARTY presso il PalaCOLERE

ore 17:30 PREMIAZIONI;

ore 19:30 chiusura manifestazione/gara