Domenica 18 febbraio, dopo due anni di Campionato Italiano Assoluto, la “Skialp 3 Presolana memorial Angelo Castelletti” torna e cambia formula. Un format che meglio si adatta ai trend del momento che, esattamente come nel panorama del trail running, si stanno spostando verso le lunghe distanze. Ed ecco così che il comitato organizzatore presieduto da Rino Calegari e avente come direttore di percorso Roberto Benzoni, ha per questa edizione optato per una Long Distance individuale. Gli atleti dovranno affrontare un tracciato di circa 18 chilometri di sviluppo di 2500 metri di dislivello positivo, con partenza e arrivo a Colere. Un tracciato sul quale sono passati molti nomi importanti, alcuni dei quali hanno scritto (altri che continuano a scrivere) la storia dello sci alpinismo.

Il percorso per l’ edizione del 2024 andrà a toccare alcune delle principali mete scialpinistiche della zona al cospetto della presolana, Pizzo di petto, Monte Ferrantino, scendendo fino a Baita Pagherola, per poi risalire in Cima verde per un tratto a piedi e riscendere la zona del Rifugio Albani fino a raggiungere la linea del traguardo. In totale gli atleti dovranno superare 2175 metri di dislivello positivo. Sarà presente un cancello orario a metà seconda salita.

Formalmente organizzata dal CAI di Clusone e dello Sci Club 13, negli anni è stata Campionato Italiano, poi Coppa Italia Senior e Giovani e, nel 2013, addirittura Coppa del Mondo in due giornate indimenticabili.