PrimoUomoDelorenzi_PHFrancescoBergamaschi

È record per lo svizzero Delorenzi, campione europeo di corsa in montagna e campione del mondo d skyrunning, che è riuscito a demolire il precedente best time Boscacci con il tempo di 1h16’22”. 205 atleti a rappresentanza di 10 differenti nazioni per la sesta edizione di questa gara in cui a far da padrone, oltre alla comnpetizione, è anche il mitico terzo tempo. Partenza in centro al paese e arrivo in vetta al Monte Pisello dopo 2000 m di pura fatica spalmati su 9km di sviluppo con tratti dove la pendenza va da 22 al 45%. Al femminile invece il record imbattuto rimane quello della campionessa Andrea Mayr (1h 24’46”). Nemmeno la forte Ghirardi, vincitrice di questa e di altre due edizioni, ci è riuscita.

Difficile azzardare un pronostico vista la presenza ai nastri di partenza di alcuni dei migliori specialisti in circolazione. Se i riflettori erano puntati sul campione del mondo di skyrunning e neo campione europeo di vertical Roberto Delorenzi, in lizza per un posto sul podio di erano anche lo sloveno Timotej Bacan, l’austriaco Christof Hochenwarter e lo svedese Martin Nilson, senza dimenticare la nutrita delegazione azzurra composta da Marcello Ugazio, Lorenzo Rota Martir, Alex Rigo, William Boffelli, Alex Oberbacher, Luciano Rota e Andrea Elia. Gara vera anche al femminile vista la presenza di Camilla Magliano, Corinna Ghirardi, Elisa Sortini e Benedetta Broggi con ruolo di outsider per la giapponese ⁠Yuki Ikegami.

Già sulle prime rampe il fenomeno svizzero ha provato a forzare l’andatura, portandosi al comando. Al passaggio in località Pedroria il suo gap sul primo inseguitore Elia Andrea era già considerevole, ma per l’attacco al record di Michele Boscacci bisognava spingere a tutta sul muro innevato che portava all’ultimo traverso e alla cresta sommitale. Crono alla mano, con 1h16’22” ha stravinto Roberto Delorenzi . Sul podio con lui anche Andrea Elia (1h 20’07”) e Timotej Becan (1h 20’41”). Completano la top five di giornata Alex Oberbacher e Marcello Ugazio. Al femminile la gara si è decisa poco prima della località Madrera quando Corinna Ghirardi ha aperto il gas. Secondo posto per Benedetta Broggi (1h38’57”), mentre Camilla Magliano è giunta terza (1h41’57”). Bene anche per Ingrid Mutter, 4ª e Barbara Sangalli, 5ª