Gianluca Ghiano_Walter Ballario

Gianluca Ghiano e Martina Chialvo non hanno tradito le aspettative e hanno trionfato sulla distanza più lunga e impegnativa. Sullo Short Trail bella prestazione di Simone Giolitti che si piazza davanti a Bernard Dematteis

“Quarta edizione del Trail del San Giorgio e quest’anno, finalmente, abbiamo fatto i numeri che volevamo e che inseguiamo da quattro anni. Il meteo ci ha assistiti e questo è stato importante soprattutto per coloro che si sono iscritti nell’ultima settimana. Ma il merito è anche dei volontari della Piossasco, società organizzatrice, che credono fortemente in questa gara volta alla promozione e valorizzazione del territorio e che ogni anno si adoperano per ottenere la fatidica quota di sold out (300 atleti) che quest’anno abbiamo raggiunto. Ringraziamento che va ai volontari ma anche, e soprattutto, a tutti gli atleti (delle gare competitive e della camminata non competitiva) che ci hanno dato fiducia” (Gianluca Logozzo, organizzatore)

Nuovo record di gara per l’azzurro Gianluca Ghiano che domenica mattina, sulla distanza da 32 km e 2000 D+ del Trail del Monte San Giorgio, è quasi riuscito a stare sotto le tre ore. 3 ore, 2 minuti e 16 secondi per l’atleta di casa che, a breve, sarà chiamato a rappresentare l’Italia ai Campionati Europei ad Annecy (Francia). Ghiano, che ha raccontato di essere partito dosando le energie per poi andare in crescita nella seconda parte di gara, ha fatto subito il vuoto alle sue spalle: al passaggio del chilometro 18 infatti, aveva già dato 7 minuti agli inseguitori Quaglia, Bert e Martinat. Al traguardo, l’ordine di arrivo era lo tesso: seconda posizione per Giovanni Quaglia (03:14:20) e terza per Paolo Bert (03:22:36). Al femminile a stravincere è stata Martina Chialvo con il tempo di 03:51:59. Impossibile per le avversarie pensare di starle dietro. Sul secondo gradino del podio Daniela Bonnet con il tempo di 04:50:31 e sul terzo Michela Ruzza con un dignitoso 04:54:32.

“Sono quasi riuscito a stare sotto le tre ore, cosa che ritenevo davvero molto difficile, e sinceramente mi sono sorpreso di me stesso. Piacevolmente sorpreso, devo dire, del mio stato di forma. Il Trail del Monte San Giorgio, che per me è la gara di casa, è un ottimo banco di prova in vista degli Europei di Annecy. Le gambe oggi hanno girato bene e hanno tenuto testa ad alcuni degli atleti più forti del Piemonte”. (Gianluca Ghiano, vincitore 32 km)

Lo Short Trail da 15 km, veloce e non troppo tecnico, è stato vinto da un brillante Simone Giolitti che con il bel crono di 01:12:06, che piazzandosi davanti al compagno di squadra e amico Bernard Dematteis, ha dimostrato che c’è chi continua a tenere alto il nome della corsa in montagna made in Piemonte. Alle spalle di Dematteis, sempre benvoluto e acclamato dal pubblico, si è posizionato Manuel Garnier (01:17:11). Tra le donne Sonia Meleca al primo posto con il tempo di 01:30:29, Irma Chiavazza e Nora Gilardi rispettivamente al secondo e al terzo con 01:33:06 e 01:44:50.

Successo e soddisfazione anche per la camminata non competitiva che per il mini trail di sabato 11 dedicato ai bambini.

Parentesi a parte per il YOUTH TRAIL 9K 600D+, percorso pensato appositamente e sul quale hanno gareggiato gli atleti delle categorie Youth A e B nell’ambito della Coppa Italia Giovani organizzata dalla FISky. Il percorso si sviluppava quasi interamente su sentiero, condividendo parte del tracciato dello Short Trail, con salite e discese da vera skyrace. Assente Romagnoli, attualmente in testa alla classifica generale, la vittoria è andata a Riccardo Chiolerio che chiude in 00:54:50. Seguito dal compagno in nazionale azzurra giovani Cristian Pivot (00:57:48) e da Maurizio Bonfante (01:05:20). Una sola donna al via, Elisa Mariani, che ha chiuso con il tempo di 01:18:33.

PH. Wild Emotions e Walter Ballario