Solo i primi 50, i più veloci a iscriversi, si aggiudicheranno un pettorale scontato del 25%. Il click day coincide con il giorno di apertura delle iscrizioni, che è stato fissato per il 9 febbraio. Un’occasione da non perdere, che farà felici tutti coloro che hanno già le idee chiare e che hanno messo la gara che si svolge sulle montagne e creste di Esino Lario tra gli obiettivi del 2024. Dalle ore 10 fino alla mezzanotte di venerdì, infatti, iscrizione con sconto del 25% per i primi cinquanta, indipendentemente dalla distanza scelta.

La decima edizione della gara, per la quale il comitato organizzatore ha scelto di tornare alle due distanze originarie, si svolgerà domenica 19 maggio 2024. Per l’occasione la Polisportiva di Esino Lario, in cabina di regia, ha deciso di riproporre la tecnica e impegnativa Esino SkyRace, che con i suoi 27 km e 2000 metri di dislivello positivo darà filo da torcere anche ai più allenati e, la più veloce e abbordabile SprintRace (18 km e 800 m D+).

Nell’albo d’oro della gara regina, la più impegnativa e tecnica, ci sono Daniel Antonioli, Luca Del Pero, Danilo Brambilla, Luca Arrigoni, per gli uomini e Cecilia Pedroni, Daniela Rota, Paola Gelpi e Natalia Mastrota al femminile. Una skyrace a tutti gli effetti, con salite dalle pendenze proibitive, qualche catena (su passaggi mai esposti!) e discese tecniche, oltre panorami con vista a 360° che spaziano dal ramo Orientale dell’Alto Lario e alla Grigna. Il tracciato da 27 km e 2000 m di dislivello positivo attraversa gli antichi vicoli del centro abitato e si inerpica lungo le ripide creste dei Pizzi di Parlasco. Una traccia irta, tecnica e selvaggia accompagnerà gli atleti fino alla metà della gara, in località Cainallo, dove verrà assegnato il GPM per il miglior intertempo. Successivamente si affronterà il tratto in salita che conduce alla bocchetta di Piancaformia e la discesa che lancerà gli atleti la picchiata verso la porta di Prada, celeberrimo simbolo del Grignone. Ma non è finita qua. L’ultima, impegnativa salita (200 metri vertical) al monte Pilastro e il collegamento verso il monte Croce metteranno a dura prova anche i muscoli più allenati. Terminata la salita, gli atleti affronteranno a tutta la discesa che conduce fino al traguardo. Per stimolare i runner a dare il massimo anche in quest’ultimo tratto un ulteriore premio verrà assegnato all’atleta più veloce nel percorrere la discesa dal Monte Croce fino al traguardo. La Esino SprintRace (18 km e 800 m D+) è la gara più corta e abbordabile, da affrontare tutta d’un fiato. Anche qui non mancheranno scorci di questa meravigliosa località, con vedute imperdibili sul Lario e sulle sue montagne.

Iscrizioni aperte da venerdì su www.esinoskyrace.it