Tra le donne, invece, ad avere la meglio è stata Noemi Junod con arrivo in solitaria

Centocinquanta atleti per la prima edizione del vertical di Crevacol (5km per un dislivello positivo di 800 metri circa) andato in scena nella serata di ieri sulle celebri piste della Valle del Gran San Bernardo. In gara numerosi atleti anche delle categorie giovanili, che evidentemente usano queste belle serali come occasione di allenamento.

Per la categoria Senior il più veloce è stato lo svizzero Werner Marti, che ha chiuso con il tempo di 31:18 precedendo, non di molto, il valdostano Maguet (32:23) e il bergamasco Boffelli (32:59). Arrivo in solitaria invece per l’azzura skialp Noemi Junod (42:47) che si è piazzata davanti a un’altra azzurra (questa volta però si parla di skyrunning!): Giuditta Turini (44:46). La Turini, piccola curiosità, sarà questo weekend al via de La Grande Corsa Bianca sulla distanza da 40km, che affronterà a piedi. Il compagno Franco Collè, invece, prenderà parte alla 110km in modalità skimo.

Ph. Evi Garbolino