La gara, che fa parte del circuito Crazy Italy Cup di FISky ed è anche valevole come Campionato Italiano assoluto SkySnow, va in scena oggi, sabato 26 aprile, alle 18 sulla pista illuminata “Leo David” di Gressoney-Saint-Jean. Il commento del CT della nazionale Roberto Mattioli

Sarà la presenza di un atleta-organizzatore del calibro di Franco Collé, sarà la location assolutamente suggestiva, sta di fatto che il numero di iscritti alla WeissRunner Gressoney di domani sera (160 atleti) ha superato ogni aspettativa. A tal punto che l’organizzazione ha deciso di mettere a disposizione 20 pettorali in più rispetto a quelli che erano stati preventivati. Gara aperta a tutti, ma anche tappa del circuito Crazy SkySnow Italy Cup e Campionato Italiano assoluto SkySnow, vedrà la partecipazione di un parterre di atleti di altissimo livello.

Ecco il commento del commissario tecnico della nazionale italiana di skyrunning Roberto Mattioli:

Nadir Maguet e William Boffelli, entrambi assi della Nazionale Italiana di scialpinismo (Boffelli è anche atleta della nazionale italiana skyrunning), Davide Cheraz e Mattia Bertoncini del team Salomon, Gianluca Ghiano (team Brooks e giovane della squadra azzurra skyrunning). E ancora, Lorenzo Rota Martir, atleta azzurro che ultimamente sta collezionando vittorie anche in ambito SkySnow, ma che questa volta troearà degli avversari davvero fortissimi. Da non sottovalutare neppure i local Daniel Thedy, Dennis Brunod e Mathieu Brunod, che ce la metteranno tutta per guadagnarsi un posto sul podio e fare gli onori di casa. In gara anche François Cazzanelli, alpinista valdostano di spicco che in questi giorni sta ultimando la preparazione in vista del tentativo alla vetta del K2. Cazzanelli, che nel suo palmarès ha anche il primato mondiale della scalata del Mansalu in 18 ore, potrebbe dare del filo da torcere ai più forti del panorama dello skyrunning e dello scialpinismo. Anche tra le donne ci sono dei bei nomi. Le ragazze della nazionale che tenteranno di tenere alto il buon nome della squadra saranno Giuditta Turini, fresca di vittoria alla Coastal Challenge in Costa Rica (trail di 230 km a tappe di sei giorni), e Martina Cumerlato, vincitrice della Paradiso Skysnow, prima tappa del circuito invernale della FISky. Oltre a loro l’icona valdostana della corsa a fil di cielo e dello skialp Gloriana Pellissier, le forti Charlotte Bonin e Marcella Pont e, per concludere, la “gigantessa” Lisa Borzani. Sarà una sfida interessante e sicuramente combattuta. Dato il livello molto alto degli atleti in gara, fondamentale sarà lo stato di forma di ognuno di loro. Difficile fare previsioni. Giuditta Turini è certamente tra le favorite, anche se è trascorso davvero pochissimo tempo dall’ultima gara di 230 chilometri a tappe che l’ha vista protagonista in Costa Rica. Al maschile Boffelli potrebbe darci belle soddisfazioni.

Maggiori informazioni sul sito WeissRunner | MRW (monterosaww.com)

Ph. credits: M.Torri