700 atleti da 24 nazioni sui tre tracciati della terza Monte Rosa WalserWaeg, oltre a 200 ragazzini sul percorso giovani. La gara di maggior rilevanza è stata la Marathon, valevole come prova unica di Campionato Italiano Fisky, che ha assegnato il tricolore al piemontese Christian Minoggio e alla valdostana Roberta Jacquin.

Al traguardo di Gressoney il piemontese  dell’Altitude Christian Minoggio ha vinto gara e titolo in 4h38’37” mettendo in fila Gianluca Ghiano (4h39’45” Associazione Sportiva Santiano Dante) e Mattia Tanara (4h48’16” Asd Km Sport). Al femminile tutte dietro alla valdostana Roberta Jacquin (Peragun) che ha trionfato in 6h02’05”, seconda piazza per l’atleta di casa Marina Cugnetto (Outdoor With Us) che ha stoppato il cronometro in 6h24’57”. Terza piazza per Anastasiia Chertova (Endurance School) che ha terminato la sua prova in (7h07’52”). Essendo quest’ultima straniera, sul podio tricolore è pero salita Federica Spadafora (Pont Sain Martin) che ha chiuso in 7h26’57”.   

“Siamo partiti subito veloci, io, Mattia Tanara e Gianluca Ghiano. A occhio, nella prima parte e a mia sensazione, erano entrambi in gran forma, anche più di me – commenta il piemontese, neo campione italiano “Minox”. Dopo le prime tre orette siamo rimasti Ghiano e io, in testa, mentre Mattia a rallentato un po’, rimanendo indietro. Davvero ero convinto che all’ultimo Ghiano avrebbe sprintato e avuto la meglio invece, proprio quando meno me lo aspettavo, ha rallentato leggermente, quel poco che mi è bastato a consolidare il primo posto. Un unico grande obiettivo già programmato: il Mondiale FISky. Per il resto sicuramente prenderò parte a qualche gara che, però, devo ancora decidere. Ci tengo tanto a ringraziare tutta la vallata di Gressoney per la fantastica accoglienza e ospitalità e, naturalmente, l’amico Franco Collè!”

La gara è andata molto bene, meglio di quanto pensassi – racconta la Jacquin. Sono partita che non pensavo neanche di finirla.. sono partita molto piano, poi ho visto che ne avevo e allora ho aperto il gas e ho fatto una gara in crescendo. Spero, con questa vittoria, di essermi guadagnata sempre più fiducia da parte del CT della nazionale. Obiettivi a breve termine sono la Pizzo Stella del prossimo fine settimana (la nuova distanza da 42 km). Per il resto devo ancora programmare”.