... E Italia al secondo posto nella classifica per nazioni!

È stato il Parco Naturale di Prokletije nei Balcani a ospitare, durante il fine settimana appena trascorso, i Campionati Europei di Skyrunning promossi dalla ISF. Un ambiente selvaggio e incontaminato, con sentieri sconosciuti per la maggior parte degli skyrunner provenienti da tutta Europa, con praterie alte fino al ginocchio, speroni rocciosi, ghiaioni instabili, tratti ancora innevati e cime fino a 2000 metri.

27 medaglie in palio e 21 Paesi europei per le discipline di VERTICAL, SKYULTRA, SKY e COMBINATA che si sono disputate rispettivamente il 14, 15 e 16 luglio. L’Italia, scortata da CT e vice presidente Roberto Mattioli e dal presidente Fabio Meraldi, si è presentata ai nastri di partenza con 18 atleti tra uomini e donne, sei per ogni specialità. I ragazzi, carichi ed emozionati per il privilegio di rappresentare il Paese in ambito europeo, hanno lottato fino all’ultimo metro di sterrato. E i risultati si sono visti.

La FISky è davvero soddisfatta dei risultati raggiunti dai suoi atleti, uomini e donne, che nelle gare sono stati rappresentati al 50%. Ben sette medaglie delle 27 in palio, con due posizionamenti assoluti, non è poco. Oltre all’argento della Gherardi, tanta soddisfazione anche per i tre bronzi di Magliano, Saggin e Tanara. Inoltre, altro aspetto da evidenziare, è che tutti gli azzurri, anche quelli che non sono saliti sul podio, si sono posizionati in top10. Per pochi punti l’Italia è arrivata dietro la Spagna, la nostra “eterna” rivale e con la quale solitamente ci giochiamo il podio a squadre.

(Roberto Mattioli – CT e Vice Presidente FISky)

VERTICAL – 14 luglio 2023

I migliori posizionamenti sono stati quelli di Corinna Ghirardi (Skyrunning Adventure ASD) che è salita sul secondo gradino del podio, e di Camilla Magliano (Dinamo Team SSD), terza piazza. Belli anche i posizionamenti di Benedetta Broggi (ASD Sport Project VCO, 5° posto) e di Chiara Giovando (ASD Pegarun, 9° posto). Tra gli uomini Nicholas Dresti (ASD Altitude Skyrunning Team) è arrivato 9°, seguito da Matteo Lora (Skyrunning Adventure ASD) al 12simo.

SKYULTRA – 15 luglio 2023

È stata la gara di Cristian Minoggio (Dinamo Team SSD). Il Campione del Mondo di Skyrunning in carica si è riconfermato in splendida forma: è partito in testa dominando interamente i 50 km di gara e tagliando il traguardo in 6h15’20”, con nove minuti di vantaggio sul secondo uomo e nonostante un errore di percorso che gli ha fatto perdere alcuni minuti. Prestazione da medaglia di bronzo per Mattia Tanara (ASD Team KM Sport) che ha dovuto combattere fino all’ultimo per non finire ai piedi del podio: lo spagnolo Marc Ollé ha infatti chiuso con appena 40” di distacco dall’azzurro. Al femminile super prestazione di Giulia Saggin che, per il suo compleanno, si è regalata il terzo gradino del podio. Ottavo posto per Luca Arrigoni (ASD Pegarun) e undicesimo per Luca Carrara (Skyrunning Adventure ASD).

SKY – 16 luglio 2023

Da evidenziare la grandissima prestazione di Lorenzo Beltrami (Sky Lario Runners ASD) che, dopo una prima parte di gara alle spalle dello svedese Martin Nilsson, ha preso il comando senza più guardarsi indietro fino al traguardo stoppando il crono a 3h17’24” e crollando per un colpo di calore una volta terminata la prestazione. Ai piedi del podio Danilo Brambilla (ASD Falchi Lecco) e Gianluca Ghiano (A.S. Santiano Dante ASD), quarto e quinto posto. Al femminile Margherita De Giuli (Climb Runners ASD) settima e Giulia Pol (Skyrunning Adventure ASD) nona. Un peccato per Francesca Rusconi (G.E. Falchi Olginatesi ASD), in testa alla gara fino a che non ha dovuto optare per un ritiro dettato da problemi di stomaco.